Location: Index >>  Tradizioni
,
TRADIZIONI

IL CARNEVALE DEI RAGAZZI E I... GERANI

Da circa cinquant'anni si celebra il carnevale dei ragazzi.
Un apposito comitato organizza la manifestazione con sfilata di maschere e carri allegorici per le vie cittadine. La partecipazione di moltissimi giovani, di bambini e di un folto pubblico movimenta questa allegra festa.
Fino a qualche tempo fa, da un padellone posto sulla piazza della Chiesa Parrocchiale, venivano distribuiti i tradizionali crustoli, tipici dolci di carnevale, cotti nell'olio d'oliva.

In primavera, di solito a Pasqua, si svolge anche la Mostra Mercato del Geranio, nei giardini di Villa Boselli.

Carnevale dei ragazzi         Carnevale dei ragazzi         Carnevale dei ragazzi         Carnevale dei ragazzi


INFIORATA CORPUS DOMINI

Nella ricorrenza della festività del Corpus Domini, alcune persone, dotate di senso artistico, eseguono per terra, lungo il percorso della processione, una serie ininterrotta di quadri floreali. Tappeti di fiori freschi, raccolti nelle coltivazioni locali, formano artistici disegni: composizioni geometriche e decorazioni architettoniche riproducono simboli religiosi e tematiche attuali.
La bellezza delle scene, la varietà dei colori, richiamano un numero sempre maggiore di partecipanti e visitatori, rapiti dalla suggestione delle immagini, dall'intensità dei profumi che nella sera esaltano la devozione religiosa per questa festività.

Infiorata Corpus Domini         Infiorata Corpus Domini


SANT'ERASMO

Nella Chiesa di San Giuseppe, nel Borgo marinaro, è conservata la statua di Sant'Erasmo, il cui culto risale ad una tradizione millenaria.
Il Santo ha un posto importante nella pratica religiosa dei marinai, rivolta a colui che tutti considerano come il protettore della gente di mare, non solo in Liguria ma in gran parte dei paesi costieri del Mediterraneo. Al Santo sono associati i Fuochi di Sant'Elmo Mostra/Nascondi.
I "Fuochi di Sant'Elmo" sono un fenomeno luminoso, che, in alcune circostanze meteorologiche e in assenza di umidità, appare sui pennoni delle navi durante le tempeste, o sulle ali degli aerei, e anticamente era giudicato di buon auspicio poiché il bagliore blu veniva ritenuto segno della sua presenza.
Arma festeggia Sant'Erasmo l'ultima domenica di luglio, da oltre cento anni, con una processione di barche.
La statua del Santo viene imbarcata sul tradizionale "gussu" ligure, per la benedizione del mare. Alla sera la suggestiva illuminazione del golfo, con migliaia di lumini posti sull'acqua dalle barche dei pescatori, è il preludio ad un grandioso spettacolo pirotecnico.

Sant'Erasmo         Sant'Erasmo         Sant'Erasmo         Sant'Erasmo


LA MARINERIA

La marineria armasca si colloca nelle remote origini dei centri rivieraschi ponentini. Si sviluppa nell'arco dei millenni, mantenendosi sempre protagonista delle vicende storiche, sia nella quotidianità della vita, come negli eventi straordinari.
La rada ospitò navigli di tutte le fogge e di ogni epoca: dai piccoli "legni" degli antichi Liguri, alle navi romane, agli sciabecchi arabi, ai galeoni genovesi.
Il confronto fra la tradizione romano-bizantina e le differenti tecniche di costruzione navale degli Arabi produsse migliorie nella cantieristica ligure. Le attività commerciali, che in passato si svolgevano prevalentemente per via marittima, incrementarono la carpenteria navale.
Nel XIV secolo il porto di Arma era già un noto scalo commerciale di prodotti locali, come olio d'oliva e vini pregiati.

Varo di una nave         Nave Romana         Sciabecco Arabo         Galeone Genovese

All'inizio del XVI secolo, mentre il polo commerciale si spostava ad Occidente, un'incalzante attività marinara coinvolse tutti i centri della costa ligure. I grandi boschi alle spalle del nostro territorio, ricchi di pregiato legname, favorivano la nascita di cantieri navali.
Arma potenziava la sua antica tradizione con un cantiere navale che restò attivo fino a metà del secolo scorso.
Verso la fine del 1700, alcuni nuclei familiari, che si trasferirono dal levante genovese con i loro velieri, contribuirono a trasformare il borgo marinaro in un centro marittimo molto importante. La costruzione di un lungo pontile consentiva l'attracco di grandi velieri, con il conseguente incremento delle attività commerciali, che furono in continua crescita, fino all'avvento dei trasporti su strada ferrata.
Nell'Ottocento la flotta mercantile di Arma contava circa un centinaio di navigli.

Varo Nave Isabella         Varo di una nave         Pontile in ferro         Lungomare ponente - sullo sfondo il cantiere navale


ARMA PESCA

Sul Lungomare, antistante la Chiesa di San Giuseppe, è rimasto un piccolo tratto di arenile, riservato ai pescatori, nel quale vengono rimessi i "gussi" e le piccole imbarcazioni a vela.
Da sempre in questa località, dove con gli argani si tiravano a secco i grandi "gussi", si sono radunati i pescatori. Oggi l'associazione Arma Pesca gestisce la spiaggia per praticare la pesca sportiva.

Chiesetta di San Giuseppe       Arma Pesca       Memorial ai Caduti del Mare


CIRCOLO NAUTICO

Alla foce del torrente Argentina, il Circolo Nautico coordina il movimento del porto, dove trovano ormeggio le imbarcazioni da diporto.
Il Circolo organizza regate veliche internazionali, e gestisce una scuola di vela per ragazzi e principianti.

Foce Torrente Argentina     Circolo Nautico     Porticciolo


COMPAGNIA DELLA VELA ARMASCA

Questa Associazione era nata per non far morire le "derive", imbarcazioni a vela leggere e maneggevoli, che hanno la deriva estraibile come i "beccaccini".
Le attività della Compagnia, oltre alla organizzazione di regate veliche, erano rivolte ad incontri di tipo culturale, per diffondere la conoscenza della marineria a vela, della meteorologia e la tecnica dell'andar per mare.
Purtroppo l'Associazione ha chiuso i battenti qualche tempo fa per mancanza di fondi. Ci auguriamo che riesca a risolvere i problemi e tornare in attività, perché consideriamo il suo scopo molto utile e istruttivo per tutti coloro che amano il mare e la vela.

Derive       Beccaccino


WINDSURF E KITE-SURF

La rada di Arma è uno dei luoghi più favorevoli del nord Italia per la pratica di questi sport, grazie al fondale sabbioso e al vento al traverso che rende le uscite molto sicure e in caso di difficoltà consente un facile rientro.
Gli amanti di questi sport, sempre più numerosi, s'incontrano sul lungomare con tutte le loro attrezzature e prendono il largo sferzati dal vento, compiendo acrobatiche evoluzioni. Esiste una scuola di Windsurf "Kaori" Link esterno, aperta quasi tutto l'anno.
Il Kite-Surf si pratica prevalentemente durante la stagione invernale, a causa degli spazi necessari per il decollo con vela.

Il clima mite in ogni periodo dell'anno e le ampie spiagge costituiscono il principale richiamo per i numerosi ospiti che scelgono di trascorrere qui le loro vacanze. Sebbene rapidi cambiamenti ne abbiano trasformato in parte l'aspetto, il paesaggio di Arma colpisce per le sue bellezze naturali. Il nucleo originario del paese, proteso verso il mare, lungo la sua dolce insenatura sabbiosa, si allarga a levante nella piana alluvionale del torrente Argentina.
Circondato da colline degradanti su entrambi i lati, improvvisamente lo scenario raccolto in cui Arma è inserita, si apre verso settentrione con una prospettiva sconfinata, in cui si stagliano nitidi i contorni delle Alpi Marittime. A sud si spalanca la vastità del mare, che va a perdersi oltre l'orizzonte in una armonia di colori sempre mutevoli e sorprendenti, non solo nell'arco delle stagioni, ma nel corso stesso della giornata. L'impressione dominante è quella di una terra luminosa, immersa nell'azzurro del cielo, del mare e dei monti in lontananza.

Lezioni di teoria con l'istruttore         Prime lezioni pratiche con l'istruttore         Prime evoluzioni         Prime evoluzioni



Per la "Cumpagnia Armasca", Prof. Laura Garberoglio, Storica e Scrittrice, Arma.

ATTENZIONE: le immagini e i testi contenuti in questa pagina sono soggetti a copyright.


Torna in cima HTML5 Valid CSS! Explanation of Level Double-A Conformance
Torna in cima

Web Counter